https://www.fapjunk.com https://pornohit.net london escort london escorts buy instagram followers buy tiktok followers Ankara Escort Cialis Cialis 20 Mg getbetbonus.com deneme bonusu veren siteler bonus veren siteler getbetbonus.com istanbul bodrum evden eve nakliyat
Aküm yolda akü servisi ile hizmetinizdedir. akumyolda.com ile akü servisakumyolda.com akücüakumyolda.com akü yol yardımen yakın akücü akumyoldamaltepe akücü akumyolda Hesap araçları ile hesaplama yapmak artık şok kolay.hesaparaclariİngilizce dersleri için ingilizceturkce.gen.tr online hizmetinizdedir.ingilizceturkce.gen.tr ingilizce dersleri
It is pretty easy to translate to English now. TranslateDict As a voice translator, spanishenglish.net helps to translate from Spanish to English. SpanishEnglish.net It's a free translation website to translate in a wide variety of languages. FreeTranslations
venerdì 1 Marzo 2024

Giornalista, blogger, freelance?

La caccia illegale uccide un altro ibis eremita, l’appello: “La Toscana diventi hot spot”
L

I fucili dei cacciatori illegali colpiscono ancora. A farne le spese un altro ibis eremita del progetto di reintroduzione in natura dei ricercatori austriaci del Waldrappteam: Dieks, giovane femmina nata in Carinzia e migrata in Italia insieme agli adulti fino a Orbetello, ha trovato la morte in una radura nei pressi di Figline Valdarno (FI) nel tardo pomeriggio dello scorso 26 settembre. Dopo le cinque uccisioni accertate nel 2020 e i tre casi in cui i corpi degli uccelli non sono mai stati ritrovati, il Parco Natura Viva di Bussolengo, partner italiano del Waldrappteam, chiede che la costa tirrenica e tutta la Regione Toscana venga inserita dal Ministero della Transizione Ecologica nei “black spots” del Piano Nazionale Anti Bracconaggio redatto nel 2017. Tra i sette attuali la Toscana non compare, pur annoverando “intense attività illegali contro gli uccelli, dove dovrebbero essere attuate misure efficaci di prevenzione”.
“Sono venuta a conoscenza di dati irregolari di Dieks nel tardo pomeriggio”, spiega Daniela Trobe, collaboratrice del Waldrappteam da molti anni che ogni giorno valuta i dati inviati dai trasmettitori GPS applicati sulla schiena degli uccelli. “Era a terra in una radura del bosco e il sensore di movimento integrato mostrava solo un’attività molto ridotta. Così ho aspettato la successiva trasmissione di dati, che purtroppo ha confermato le mie paure. Dieks probabilmente è morta dopo due ore di sofferenza”.
“Adesso basta, chiediamo urgentemente alle autorità nazionali e regionali misure efficaci contro questa uccisione insensata e illegale”, interviene Johannes Fritz, direttore del progetto. “Per molti anni, insieme ai nostri partner italiani, abbiamo lavorato per richiamare l’attenzione delle autorità e delle associazioni venatorie sull’alto numero di ibis eremita abbattuti in Italia e in particolare in Toscana, importante corridoio di migrazione per gli ibis eremita. Quest’anno assistiamo alla prima uccisione già all’inizio della migrazione autunnale, non appena ha riaperto la stagione venatoria. Il bracconaggio è il principale motivo di mortalità degli ibis eremita in Italia e chiediamo che un hot spot così importante, venga difeso dalle autorità”, conclude Fritz.

Giornalista, blogger, freelance?

Ultime notizie

00:02:49

Arrivi straordinari e nuovi nati: il 1° marzo riapre il Parco Natura Viva

Nascite straordinarie e arrivi preziosi per la riapertura del...

Il barbagianni torna in Pianura Padana, colonizzati i nidi installati dai ricercatori

Il barbagianni torna a popolare la pianura padana. E...

È carnevale per iene, lemuri, suricati e formichiere

La curiosità per gli addobbi di Carnevale ha vinto...

40 nuovi esemplari di 15 specie, 6 new entry assolute, il 70% inserito in un programma di conservazione

Con l’arrivo di 40 nuovi esemplari appartenenti a 15 specie...
00:02:39

Bloccati dalla neve a Salisburgo, passaggio in auto per 6 ibis eremita

Arriva la neve e il ritardo accumulato sulla migrazione...
00:02:16

Arrivano Madeira e Pedro: è amore a prima vista per le uniche due lontre giganti d’Italia

Saltano le “formalità” e anticipano il loro primo appuntamento,...