lunedì 11 Dicembre 2023

Giornalista, blogger, freelance?

Babbo Natale in anticipo, i regali per gli animali raccontati dai keeper
B

Quest’anno Babbo Natale è arrivato in anticipo per gli animali dei sentieri d’Africa al Parco Natura Viva di Bussolengo. Niente elfi a presiedere il confezionamento dei regali, stavolta i suoi aiutanti sono stati i keeper. Scimpanzé, suricati, lemuri e bertucce hanno distrutto una slitta di cartone, strappato caramelle di carta ripiene di carrube, raggiunto sacchetti di frutta secca e slegato nodi strettissimi di mais con piselli che Marco, Simone, Giulio e Sara hanno pensato per loro. Nessuno, meglio dei keeper, è in grado di conoscere dinamiche sociali e peccati di gola di ogni esemplare ospitato. E farlo felice con un pranzo di Natale imprevisto. 
Solite ruberie dagli scimpanzé, dove chi gode di un ruolo sociale apicale si impossessa di un numero molto maggiore di regali. “Samy e Tommy, maschio e femmina dominante – spiega Marco S. – si accaparrano anche dieci, dodici “caramellone” ripiene di carrube e noci mentre i subalterni accedono a uno o due. Per questo lanciamo sempre regali in abbondanza, in modo da evitare tensioni”. Tutt’altra storia dai suricati, dove tutti tentano di prendere tutto. “Abbiamo costruito una slitta, un camino e delle calze appese – aggiunge Giulio C. – in cui abbiamo nascosto le loro adorate tarme della farina. Hanno distrutto tutto non lasciando nemmeno un tarma e creando un grande caos divertente”. Questione di strategia invece dalle undici bertucce. “Abbiamo annodato mais e piselli in maniera molto stretta dentro delle stoffe natalizie – spiega Sara Castellazzi, keeper – in modo che loro potessero esercitare la loro abilità manipolativa. Ma hanno impiegato davvero molto poco ad aprirle e raggiungere il contenuto”. Nemmeno la bassa temperatura fuori dalla serra riscaldata ha potuto contenere la curiosità di alcuni lemuri che sono usciti, hanno spazzolato i regali appesi e sono rientrati con una certa fretta. “Però non tutti hanno avuto questo coraggio – conclude Simone P. – anche se arachidi e frutta secca sono stati un ottimo incentivo. Loro non sono molto abili nella manipolazione e allora infilano direttamente il muso nel sacchetto”. Le feste sono ancora lunghe e le specie molte, largo alla fantasia succulenta dei keeper per Capodanno e la Befana.

Giornalista, blogger, freelance?

Ultime notizie

00:02:39

Bloccati dalla neve a Salisburgo, passaggio in auto per 6 ibis eremita

Arriva la neve e il ritardo accumulato sulla migrazione...
00:02:16

Arrivano Madeira e Pedro: è amore a prima vista per le uniche due lontre giganti d’Italia

Saltano le “formalità” e anticipano il loro primo appuntamento,...
00:02:27

Fiocco rosa, la prima volta di una coati naso bianco al Parco Natura Viva

Fiocco rosa al Parco Natura Viva di Bussolengo per...
00:02:47

Scesi dal trailer, Eracle e Lilibet sono insieme nella foresta di Fagaras

Eracle è sceso per primo, con l’aria un po'...
00:01:22

Operazioni di carico senza intoppi, Eracle e Lilibet in viaggio per la foresta di Fagaras

Partenza bagnata per Eracle e Lilibet, che stamattina sono...
00:01:49

Tagliato il nastro del nuovo ponte del panda rosso

Inaugurato il nuovo ponte dei panda rossi al Parco...

Eracle e Lilibet, i due bisonti italiani partiranno per i Carpazi meridionali

Eracle e Lilibet, i due bisonti europei nati al...